CENTO CUORI DENTRO di Gio Evan

Storia di 3 trentenni,
di coetanei insomma,
con personalità molto diverse tra di loro
ed io quando si parla di rapporti intimi tra persone estremamente diverse
mi ammorbidisco come burro sulle fiamme.
Mi chiedo come fanno a non infrangersi?
Uno scrittore puro, nell’animo e nelle intenzioni;
un manager autentico, verace e anche un pò vulnerabile;
e un guru, un mentore, uno di quelli da andare a trovare quando hai bisogno di schiarirti le idee.
Sorprendersi, questo il filo conduttore dell’intero libro:
incoraggiamento che propina il mentore,
incoraggiamento che vorrebbe mettere in pratica lo scrittore,
incoraggiamento che adotta il manager.
Esiste anche la storia di un amore di quelli che paradossalmente ne esistono ben pochi
ma che dovrebbero essercene molti di più.
E 100 cuori, che ognuno di noi dovrebbe trovare,
per star bene con se stessi, per curarsi
prima di prendersi la responsabilità di curare un’altra persona.
Alla fine del libro ho pianto,
ho pianto perché crediamo di essere immortali e invincibili
invece no, siamo fragili e stupidi
ci perdiamo via in parole inutili che non pensiamo neanche.
Crediamo di aver ragione, invece chissenefrega!
Chissenefrega chi ha ragione e chi torto se a rimetterci è il nostro cuore,
o uno dei cento.
Importa ascoltarci, ascoltare, saper chiedere scusa,
prendersi il tempo di pensare a cosa ci fa bene davvero,
SORPRENDERSI!
Anche quando pensiamo di non far parte di questo mondo,
anche quando il nostro cuore batte con un ritmo sfalsato
e non riusciamo a trovare gli accordi giusti sullo spartito dell’esistenza.
Mi piace la sua scrittura.
Mi piace la sua sensibilità.
Non ha deluso.
Voto 8/10 per il cuore, tanto cuore!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *